Il bello, il brutto e il cretino, cast con Franco e Ciccio

Una delle coppie più comiche della storia del cinema italiano, Franco Franchi e Ciccio Ingrassia è protagonista di un film – parodia, con netto riferimento al ben più famoso “Il bello, il brutto e il cattivo” di Sergio Leone. Al centro della trama de “Il bello, il brutto e il cretino” vi sono Franco, un cacciatore di taglie e Ciccio, un bandito. Supportato da Ciccio, Franco ingegna un sistema particolare: consegnare Ciccio agli sceriffi, riscuotere la taglia e, quando Ciccio sta per essere impiccato, lo salva, sparando un colpo di pistola sul cappio. Un giorno, però, le cose vanno storte e Franco non riesce a liberare Ciccio. Franco crede che l’amico sia ormai morto e si dedica al gioco d’azzardo. Non sa, infatti, che il compagno si è salvato e medita vendetta, per aver provocato quasi la sua morte. Così, Ciccio porta Franco nel deserto, per consumare la sua vendetta, ma un imprevisto li costringe nuovamente a tornare soci. Però, l’obiettivo della loro ricerca, un ricco tesoro, è lo stesso di un altro personaggio, chiamato il Bello (Mimmo Palmara). Dopo una serie di peripezie, il tesoro va nelle mani del Bello, ma un nuovo imprevisto lascerà anche lui a bocca asciutta. Così, i tre non possono fare altro che formare un trio, con Ciccio e Franco a giocare il ruolo dei ricercati ed il Bello in quello del cacciatore delle taglie.

 

Il film “Il bello, il brutto e il cretino” esce al cinema nel 1967, l’anno dopo il lancio dell’originale pellicola di Sergio Leone, “Il bello, il brutto e il cattivo”. Di certo, una delle pellicole più famose della serie degli spaghetti western all’italiana, “Il bello, il brutto e il cattivo” completa la trilogia di successi di matrice leoniana, che aveva già prodotto “Per un pugno di dollari” e “Per qualche dollaro in più”. Inoltre, la capacità di Sergio Leone nell’aver contestualizzato storicamente la pellicola, inserendola nel pieno della Guerra di Secessione americana, ha dato quel tocco in più ad un film, destinato ad un successo senza precedenti e, che ancora oggi, è ben vivo nell’immaginario collettivo dei telespettatori.

 

“Il bello, il brutto e il cretino” si trova in un elenco di film completi italiano in streaming, e prende a piene mani dall’originale film di Sergio Leone, per quanto riguarda la trama, il contesto storico di riferimento e gli effetti scenici. Gianni Grimaldi ha le giuste abilità per conoscere il genere western e costruisce una pellicola che fissa il modello del “futuro western comico” di Enzo Barboni, interpretato da Bud Spencer e Terence Hill. Franco Franchi è un Clint Eastwood, ma molto esuberante. Inoltre, lo stesso Grimaldi imita la tecnica caratteristica dei western, quando offre al telespettatore un primissimo piano degli occhi dei due contendenti. La critica non è stata benevola. Il presenta errori nelle inquadrature e nella fotografia. Il film non si può etichettare una “parodia trash”, poiché Franco e Ciccio rappresentano un genere che attraversa i generi e nel campo della parodia western offrono piccoli capolavori di comicità. “Il bello, il brutto, il cretino” rimane un film piacevole, finalizzato al divertimento di un pubblico giovane, che vuole distrarsi senza impegno.